Crassula: l'albero dei soldi che viene dall'Africa

Crassula: l'albero dei soldi che viene dall'Africa

La Crassula è una pianta succulenta sempreverde appartenente alla famiglia delle Crassulaceae. Esistono all'incirca 300 specie di questa pianta anche se la più famosa è sicuramente la Crassula Ovata, nota anche con i nomi di albero dei soldi o albero di giada, particolarmente amata dal grande pubblico e molto diffusa come pianta da appartamento.

La pianta di Crassula è originaria dell'Africa  meridionale ed è una pianta particolarmente resistente che non richiede cure colturali troppo impegnative ed è forse proprio per questo motivo che è così diffusa nelle case.

CARATTERISTICHE DELLA PIANTA DI CRASSULA

Generalmente la pianta di Crassula ha una forma verticale ed eretta, anche se le diverse varianti possono essere anche rampicanti, striscianti oppure a cespuglio. Il fusto di questa pianta è carnoso e le foglie, anche loro carnose, sono molto spesso ricoperte da una leggera peluria, caratteristica che garantisce loro un’adeguata protezione dai raggi solari. 

La Crassula fiorisce in un periodo compreso tra aprile e agosto a seconda della specie specifica. I suoi fiori sono piccoli e a forma di stella e molto spesso sono di colore bianco anche se in alcune varietà sono di colore rosato o rosso acceso. Attenzione perché alle nostre temperature è difficile che la Crassula fiorisca. 

Tra le numerose specie di Crassula, quella più conosciuta e diffusa è sicuramente la Crassula Ovata a cui spesso ci si riferisce con il nome di “albero di giada”. Il suo portamento è eretto e può crescere fino a raggiungere il metro di altezza; dalla forma ad arbusto, le foglie della Crassula Ovata sono tonde di bellissimo colore verde scuro che contrastano con i piccoli fiori bianchi a forma di stella.

Una piccola curiosità:la Crassula possiede un buon potere di assorbimento dell’inquinamento elettronico prodotto dagli elettrodomestici e svolge inoltre un’importante azione depurativa dell’aria. Insomma la Crassula è proprio la pianta ideale per arredare il prorpio appartamento!

COME COLTIVARE LA CRASSULA

La coltivazione della pianta di Crassula non è per niente difficile in quanto, essendo una pianta succulenta, risulta essere una pianta molto resistente che necessita di ridotte cure colturali.

TERRENO

Il terreno ideale per la crescita della Crassula è quello poco pressato che possiede delle ottime capacità drenanti in modo da evitare dei deleteri ristagni che potrebbero far marcire la pianta; il terreno deve quindi essere costituito da una base concimata e da una parte di terra mischiata a fogliame, torba e sabbia.

CONCIMAZIONE

La concimazione va necessariamente effettuata mensilmente durante la stagione della fioritura, cioè nel periodo compreso tra aprile ed agosto. Il concime ideale è quello che contiene pari quantità di fosforopotassio e microelementi come, ad esempio, il magnesio, il ferro e il rame.

È inoltre consigliabile evitare i concimi contenti azoto che rischiano di far seccare la pianta. I fertilizzanti e concimanti liquidi sono inoltre la forma migliore per permettere una corretta e profonda fertilizzazione del terreno.

ESPOSIZIONE ALLA LUCE DEL SOLE

La Crassula cresce volentieri in appartamento anche se va prestata particolare attenzione ad alcuni dettagli. La pianta di Crassula va innanzitutto posizionata in pieno sole o dove comunque è presente molta luce diretta

Durante l'estate è invece consigliabile spostare la pianta dalla luce solare diretta per evitare che le foglie si brucino. L’ambiente deve essere caratterizzato da temperature sempre calde e non scendere mai al di sotto dei 7 °C; la temperatura ideale sarebbe in realtà quella che si aggira attorno ai 21°C con un tasso di umidità non troppo elevato.

INNAFFIATURA

La Crassula va innaffiata solo quando il terreno risulti completamente secco e asciutto, anche in profondità. Durante l'inverno la pianta di Crassula non richiede particolari interventi per quanto riguarda l'innaffiatura e anzi, si può addirittura sospendere per riprendere direttamente in primavera. 

Durante l'estate invece, essendo generalmente periodo di fioritura, la Crassula va innaffiata più di frequente. L’acqua da somministrare alla pianta deve essere a temperatura ambiente e quindi, nel caso l'acqua sia troppo fredda, sarebbe meglio lasciarla stemperare. Il metodo ideale per l'innaffiatura è quella ad immersione: si mette il vaso dentro una bacinella con dell’acqua e poi si lascia che le radici assorbano tutta l’acqua necessaria.

RINVASO

Essendo una pianta che cresce soprattutto in verticale, la Crassula generalmente non richiederà dei vasi troppo grandi, vasi dal diametro all'incirca di 15 o 20 cm al massimo. L'ideale sarebbe rinvasare la pianta di Crassula sostituendo il terreno ogni due anni a fine inverno quando la pianta è in stasi vegetativa. 

Il rinvaso non è però indispensabile come in altre piante ma ovviamente, quando la pianta cresce ed aumenta notevolmente di dimensioni, un rinvaso in un contenitore più grande risulta necessario. Si sceglie un vaso più grande dell'attuale, senza esagerare, e, prima di effettuare il rinvaso, è consigliabile mettere uno strato di materiale inerte come ghiaia, argilla espansa o sassolini sul fondo del vaso, materiali che hanno la capacità di prevenire tutti quei pericolosi ristagni idrici che potrebbero risultare l'ambiente ideale per l'insorgere di muffe e malattie.

Estraendo la pianta dal vaso è meglio stare molto attenti di non rovinare il pane di terra riposizionandolo nel nuovo vaso in maniera centrale, senza alterare eccessivamente la forma delle radici. Fatto questo si può poi procedere con il riempimento del vaso, aggiungendo terra a sufficienza per colmare tutti gli spazi vuoti che ci sono nel vaso.

È poi consigliabile pressare il terreno per compattarlo il più possibile alle radici ricordandoci poi di innaffiare di più nel primo periodo proprio per sostenere la pianta di Crassula durante questo momento delicato.

POTATURA

Generalmente la Crassula non necessita di potatura anche se è consigliabile potarla qualora si desiderasse migliorarne l'aspetto estetico oppure se si volesse ottenere una particolare forma del fogliame.

CRASSULA: COME LIBERARSI DEI PARASSITI

Le malattie che più spesso colpiscono la Crassula sono dovute essenzialmente ad una cattiva innaffiatura oppure alla mancanza di un terreno che possiede una buona capacità drenante. In caso di eccessive innaffiature la Crassula tende a marcire e a perdere tutte le foglie. la soluzione più immediata ovviamente è quella di smettere di annaffiare per poi posizionare il vaso in un luogo secco aspettando che il terreno sia completamente asciutto.

La muffa grigia è invece il nemico giurato della Crassula e causa sulle foglie delle macchie di un colore giallino; in questo caso sarebbe meglio intervenire con degli anticrittogamici. Per quanto riguarda invece i parassiti, è consigliabile trattare la pianta di Crassula con dei fungicidi e degli insetticidi durante la primavera e l’inizio dell’inverno, quando si ridurranno o addirittura si elimineranno le innaffiature. Il parassita che più colpisce la Crassula è sicuramente la cocciniglia; per combatterla sarà sufficiente eliminare il ramo o le foglie colpite dal parassita trattandopoi la pianta con un antiparassitario specifico.

FENG SHUI: L'ARTE DI ARREDARE CON LE PIANTE

Il Feng Shui è è un'antica arte taoista che si occupa di studiare l’interazione tra le persone e l’ambiente in cui queste vivono e che trova le sue origini nella Cina dei primi secoli dopo Cristo. Letteralmente significa "vento e acqua", in onore ai due elementi che plasmano la terra e che , con il loro incontro, determinano le caratteristiche più o meno salubri di un particolare luogo. Secondo i sostenitori del Feng Shui infatti esisterebbero, quando si decide di arredare una casa, delle posizioni che più sono adatte ad ospitare determinati oggetti legati alle diverse attività della vita quotidiana.

Il Feng Shui si basa essenzialmente sul principio che tutte le cose viventi e non viventi dell’universo interagiscono continuamente seguendo il flusso del C'hi, l'energia vitale o l'essenza individuale, cioè quella peculiare caratteristica che distingue ogni essere da tutti gli altri. Secondo i principi del Feng shui l’ambiente che ci circonda può favorire questo flusso oppure ostacolarlo e quindi, ecco perché la costruzione del nostro ambiente di vita, dalla scelta degli oggetti alla decisione su dove posizionarli influisce notevolmente sulla qualità complessiva della vita e sul benessere dell'organismo sia a livello fisico che mentale.

Questa pratica aiuta quindi a portare equilibrio e armonia nel proprio ambiente quotidiano; piante e fiori possono infatti essere molto importanti per modificare in meglio il flusso di energia positiva in modo da migliorare il nostro ambiente. La scelta per esempio di arredare la propria casa con una Crassula, come tutte le altre piante sempreverdi, permette di apportare nella propria casa un flusso energia positiva che è in grado di influenzare positivamente numerosi settori della vita, in particolare l'area che riguarda i soldi.

Buona fortuna, ottime relazioni interpersonali e ricchezza materiale sono tutti i benefici che il Feng Shui lega alla Crassula e specie alla Crassula Ovata. È proprio per questo infatti che la Crassula è famosa al grande pubblico anche con il nome di "albero dei soldi".

Posted on 07/08/2018 Green Lifestyle

Follow us on Instagram

Compara 0
Prev
Next

No products

To be determined Shipping
0,00 € Totale

Procedi con l'ordine