Gli stili dei Bonsai: Hokidachi

Gli stili dei Bonsai: Hokidachi

Stile Hokidachi

Lo stile Hokidachi richiama gli alberi solitari cresciuti in maniera vigorosa e ottimale. Viene utilizzato per i bonsai formati da un'unica pianta in vaso, e può essere considerato una variante dello stile Chokkan o “eretto formale”. E' uno stile adatto anche ai meno esperti.

Per creare questo stile, la ramificazione principale non dev'essere eccessiva e deve avere una disposizione a corona attorno al tronco, ad un'altezza di circa due terzi della pianta. I rami principali sostengono rami via via più sottili, che vanno a creare una fitta chioma ovale o tondeggiante (di conseguenza, per evitare imprecisioni estetiche, questi ultimi dovrebbero essere tutti della stessa lunghezza).
La denominazione è detta anche “a scopa rovesciata” proprio per la forma che la pianta assume. In questo stile, il bonsai deve avere il tronco dritto (proprio come nello stile Chokkan) ma deve essere posto in posizione leggermente decentrata rispetto al centro del vaso. Sono moltissime le essenze che si prestano a questo stile, e sono principalmente latifoglie, ma nulla vieta di utilizzarlo anche con i sempreverdi. Possiamo trovarlo ad esempio nell'Olmo, nella Zelkova, nella Sughera, nell Mirto, nel Pepe, nel Biancospino, nel Cotoneaster, nella Quercia, nella Pyracantha, nei Citrus...

Solitamente per questo tipo di forma è consigliabile partire da margotte o talee perchè è più difficile reperire piante già pronte con questo aspetto.

Posted on 12/07/2017 Green Lifestyle 0 484

Leave a CommentLeave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Blog archives

Blog categories

Latest Comments

No comments

Blog search

Related articles

Follow us on Instagram

Compara 0
Prev
Next

No products

To be determined Shipping
0,00 € Totale

Procedi con l'ordine