Sansevierie 

Le Sansevierie sono un genere di piante di origine tropicale, nello specifico del Sud Est Asiatico e dell'Africa subsahariana. Sono piante da appartamento in realtà molto comuni in quanto richiedono limitate cure colturali: necessitano infatti di irrigazioni moderate e possono, inoltre, crescere bene anche in ambienti scarsamente illuminati. Grazie a Flob troverai un'ampia scelta di  Sansevierie, con un packaging ricercato e curato nel dettaglio e con degli imballi resistenti che le proteggeranno dalle varie sollecitazioni.

Parlando di Sansevierie in realtà ci si riferisce a un vastissimo numero di varietà di questa pianta, alcune più comuni, altre meno. L'elemento di comunanza tra queste diverse varietà è però il fatto di essere particolarmente apprezzate come piante ornamentali da appartamento, ma non solo. Essenzialmente le Sansevierie possono essere di due tipi: vi sono infatti delle piante con le foglie dritte e lanceolate oppure quelle con le foglie che si sviluppano a rosetta.

Le Sansevierie producono, in genere alla fine dell'estate, dei piccoli fiori non particolarmente belli ma che sono accompagnati da delle brattee molto belle e decorative, ovvero da delle foglie modificate che accompagnano i fiori allo scopo di proteggerli. Attenzione: in appartamento le Sansevierie fioriscono molto raramente.

COLTIVAZIONE DELLE SANSEVIERIE

Le Sansevierie sono in generale delle piante resistenti e semplici da coltivare in quanto non richiedono particolari cure colturali. Ma vediamo ora di scoprire qualcosa di più.

Esposizione al sole

Essendo una pianta tropicale, la pianta di Sansevieria sopporta bene temperature elevate resistendo anche alle temperature estive più elevate che superano addirittura i 30°C. Il discorso si fa più complesso durante l'inverno in quanto le temperature inferiori a 6°C le sono letali; nel periodo invernale infatti le temperature ottimali dovrebbero all'incirca essere comprese tra i 13 e i 18°C.

Sono in genere piante che necessitano di molta luce solare, anche diretta, fatta eccezione per alcune specie in particolare che amano l'ombra. Le Sansevierie necessitano quindi, in generale, di luce diffusa e di temperature calde e costanti. È importante dire inoltre che le Sansevierie detestano le correnti d'aria ed è quindi consigliabile collocarle in luoghi protetti.

Terreno

Il terreno ideale sarebbe uno permeabile, composto quindi da un terricciato sabbioso di letame misto a terra d'erica, elementi che ne favoriscono una maggiore areazione. Inoltre, per conferire al terreno una buona capacità di drenaggio, è consigliabile sistemare sul fondo del vaso dei pezzi di coccio oppure uno strato di argilla espansa.

Innaffiature

Le Sansevierie, per quanto riguarda le innaffiature, possono essere considerate come delle piante grasse dal momento che si innaffiano, con moderazione, solo quando il terriccio è completamente asciutto. Durante il periodo invernale si innaffia di rado, circa una volta al mese, anche in base alla temperatura interna dell'appartamento. La pianta di Sansevieria teme in particolare l'umidità e non va quindi mai nebulizzata con dell'acqua.

Rinvaso

Il periodo ideale per effettuare il rinvaso è quello a cavallo tra il mese di marzo e quello di aprile quando, grazie alla ripresa vegetativa, il vaso è diventato ormai troppo piccolo per contenere le radici in espansione. In termini di terriccio basta utilizzarne uno di buona qualità con un discreto apporto di sostanze nutritive in quanto questo tipo di pianta risulta essere non particolarmente esigente su questo versante.

Negli anni invece in cui non si effettua il rinvaso, sarebbe meglio asportare circa 3 cm di terriccio superficiale per sostituirlo con del terriccio nuovo. Il rinvaso deve essere eseguito preferibilmente ogni anno durante la primavera.

Concimazione

In primavera e in estate le Sansevierie vanno concimate una volta al mese con un buon fertilizzante liquido mentre in autunno e in inverno si devono sospendere le concimazioni. Essendo le Sansevierie delle piante sempreverdi, è preferibile utilizzare dei concimi che presentino un contenuto abbastanza elevato in azoto, in grado di favorire lo sviluppo delle parti verdi.

Però, oltre ad accertarsi che il fertilizzante contenga i macroelementi basilari quali azoto, fosforo e potassio, è necessario accertarsi che questo contenga una percentuale maggiore di azoto ma anche i microelementi quali il ferro, il manganese, il rame, lo zinco e molti altri ancora, tutti importanti per una corretta ed equilibrata crescita della pianta.

Potatura

Solitamente le Sansevierie non si potano ma vanno semplicemente eliminate le foglie secche proprio per evitare che diventino veicolo di malattie parassitarie per l'intera pianta. Inoltre è molto importante non utilizzare mai i lucidanti fogliari per pulire le foglie ma utilizzare invece un panno umido avendo cura di sorreggerle per evitare che si spezzino; nella pianta di Sansevieria infatti l'apice fogliare è molto importante perché se viene danneggiato l'intera foglia smette di crescere.

MALATTIE E PARASSITI DELLE SANSEVIERIE

Le Sansevierie sono in realtà soggette all'attacco di diversi parassiti. Innanzitutto, se le foglie alla base iniziano a marcire e presentano delle macchie brune, significa che la pianta è stata innaffiata troppo e, proprio per questo, le radici/rizoma stanno marcendo. Il marciume radicale è facilmente risolvibile togliendo in primo luogo la pianta dal vaso tagliandone le parti marce per lasciarla poi asciugare per circa una settimana all'aria.

Da quel momento in poi, per evitare che il problema si ripresenti, è consigliabile limitare le future irrigazioni, sia in frequenza che in quantità. Se invece le foglie perdono le proprie sfumature cromatiche fino a diventare completamente verdi significa che la quantità di luce che la pianta riceve non è sufficiente e basterà quindi, semplicemente, ricollocarla in un luogo maggiormente illuminato.

Quando compaiono delle macchie brune sulla pagina inferiore delle foglie è invece sintomo della probabile presenza della cocciniglia bruna, un insetto fitofago ovvero un parassita che si nutre della pianta di cui è ospite apportandole danni più o meno gravi e quindi, proprio per questo è necessario eliminarla il più in fretta possibile.

Il rimedio è quello di rimuoverla dalla pianta utilizzando un batuffolo di cotone imbevuto di alcool oppure lavandola con acqua e sapone neutro strofinando molto delicatamente con una spugna per rimuovere ogni singolo parassita; dopo di che la pianta va risciacquata accuratamente per eliminare tutto il sapone residuo. Possono essere comunque utilizzati, nei casi gravi è estremamente raccomandabile, anche gli antiparassitari specifici reperibili nei negozi specializzati. Lo stesso rimedio è valido per la presenza della cocciniglia farinosa che causa anch'essa delle macchie sulla pagina inferiore delle foglie.

SANSEVIERIE: LE PIANTE DA TENERE NELLA TUA CAMERA

Le Sansevierie sono alcune tra le piante da appartamento più indicate da collocare in camera da letto in virtù degli effetti benefici che sono in grado di apportare. Ideali da coltivare nei piccoli spazi, dal momento che le loro foglie affusolate si sviluppano in altezza, le sansevierie hanno innanzitutto il potere di purificare e ossigenare l'aria che respiriamo. Contrasta infatti l’elettrosmog emanato dai vari dispositivi elettronici presenti nella stanza rilasciando elevate quantità di ossigeno durante le ore notturne


Scopri tutte le nostre Sansevierie in vendita online, scegli la tua preferita e acquista in tutta sicurezza per riceverlo comodamente a casa tua. Ricorda, la spedizione è completamente gratuita!

Follow us on Instagram

Compara 0

No products

To be determined Shipping
0,00 € Totale

Procedi con l'ordine