Bonsai Quercia, simbolo di maestosità e longevità

Bonsai Quercia, simbolo di maestosità e longevità

Il Bonsai quercia è uno tra i più amati e creati nell'arte bonsai per la sensazione di forza, potenza e maestosità che irradia. Il suo vigore è notevole, e poche altre piante riescono a richiamare una sensazione simile! Ecco perché, tra i bonsai, la quercia è una delle piante più richieste.

Sono diverse le specie che rientrano in questa categoria, tra cui la Sughera, uno tra i più evocativi. Poi ci sono la Farnia, il Rovere, il Cerro e il Leccio. Il bonsai Quercia è molto apprezzato anche per fare un dono speciale, in quanto, sin dall'antichità, è simbolo di forza, maestosità e di lunga vita!

Bonsai Quercia: caratteristiche della pianta

Il bonsai Quercia si presenta con un tronco molto robusto e squamato, i rami sono vigorosi, affusolati, e le foglie sono di colore verde intenso, alterne e dentate. Anche le foglie sono molto robuste: possono resistere ben due anni prima di cadere. Una delle caratteristiche più apprezzate di questo bonsai è la sua produzione di ghiande, che suscita sensazioni di continuità, di ricordi e di estrema bellezza.

Senza dubbio, il bonsai Quercia è uno dei più utilizzati per la tecnica del bonsai, per le sue caratteristiche che lo rendono particolarmente evocativo e affascinante: la maestosità del tronco, la sua squamatura e le grinze dei rami rievocano il tempo, la saggezza e tutta la forza di un albero maestoso concentrata in una piccola pianta. L'ideale per creare un vero e proprio angolo zen in casa!



Quercia bonsai: l'esposizione della pianta

L'albero di quercia è noto per la sua resistenza; la quercia bonsai ripropone tali caratteristiche "in miniatura", essendo non solo ricco di fascino ma anche rustico e semplice da curare. Per tali motivi, diventa un dono molto gradito anche per le persone che non hanno esattamente il pollice verde!

In natura, la pianta cresce benissimo in tutte le condizioni climatiche: dal caldo del Mediterraneo, al freddo delle Alpi, a 1500 metri di altitudine. Le sue caratteristiche di resistenza si presentano anche nella sua adattabilità al terreno: sopporta i terreni calcarei e resiste molto bene alla siccità.

L'esposizione più adatta della quercia bonsai cambia in base alla stagione. In primavera spuntano le nuove foglie, dunque conviene tenere la pianta in pieno sole. Una buona illuminazione favorisce una vegetazione rigogliosa, la produzione di rami robusti e di foglie piccole di colore verde intenso. In estate sarà bene collocare la pianta all'ombra. Anche se resiste bene al clima più caldo, le radici non si adattano altrettanto bene.

In natura affondano in profondità, nel terreno più fresco; questo ovviamente non succede nel vaso! Dunque, sarà bene spostare la pianta o almeno coprire il vaso per proteggere le radici. In autunno si potrà esporre il bonsai al sole, per aiutarlo ad accumulare l'energia necessaria per l'inverno. Durante la stagione fredda, infine, si potrà tenere la pianta ancora all'esterno, con l'accortezza di proteggere il vaso dalle gelate. Le radici sono la parte più sensibile agli sbalzi di temperatura.

Bonsai di quercia: come prendersi cura della pianta

Per curare il bonsai di quercia non servono particolari abilità tipiche dell'arte bonsai; basteranno alcune premure e attenzioni per avere una pianta dalla crescita sana e rigogliosa. L'innaffiatura va somministrata abbondantemente solo quando il terreno si presenta asciutto.

Versate l'acqua a piccole dosi, lasciando che il substrato assorba volta per volta tutta l'acqua; questa operazione è utile anche per non creare ristagno, che potrebbe portare a marciume radicale. A differenza di altre varietà di bonsai, la chioma della Quercia non va nebulizzata: troppa umidità favorisce lo sviluppo dell'Oidio, noto anche come mal bianco. Piuttosto, collocate un sottovaso con ghiaia umida sotto la pianta, e il vostro bonsai di Quercia regolerà da sé il suo giusto grado di umidità e di idratazione.

Il bonsai di quercia reagisce molto bene alle potature, anche quelle fatte da mani più inesperte, per fortuna! È un albero molto reattivo, produce subito nuova vegetazione e le ferite si cicatrizzano facilmente; basterà ricordarsi di applicare un po' di pasta cicatrizzante. Se i nuovi germogli dovessero crescere in modo disordinato, eliminate quelli che non servono, permettendo così a quelli utili di crescere bene.

In particolare, andranno eliminati i rami che crescono in verticale e quelli che si incrociano. Sicuramente il periodo migliore per potare la pianta è l'inverno; per effettuare l'operazione, utilizzate una tronchese concava.

Un buon consiglio è quello di effettuare delle concimazioni costanti durante tutto il periodo vegetativo, dai mesi di marzo fino a giugno, e da metà agosto fino a metà ottobre. Tra le patologie più comuni del bonsai di Quercia o Quercia Sughera si trovano l'Oidio, il marciume radicale e la cocciniglia. Niente paura, il bonsai di Quercia è molto resistente! Basterà agire con un antiparassitario specifico.

Guarda tra le nostre proposte di bonsai Quercia presenti in catalogo, e scegli subito il tuo preferito: lo riceverai a casa tua in sole 48 ore dall'ordine, e la spedizione è sempre gratuita!

Posted on 25/03/2019 Green Lifestyle

Follow us on Instagram

Compara 0
Prev
Next

No products

To be determined Shipping
0,00 € Totale

Procedi con l'ordine