Piante repellenti per gatti

Se anche tu stai leggendo questo articolo probabilmente ti è capitato almeno una volta di dover scacciare un gatto dal tuo giardino. Che si tratti del nostro amico a quattro zampe, o quello dei vicini, si sa i gatti, tendono a marcare il territorio con i loro bisognini e molto spesso lo fanno proprio all'interno delle nostre aiuole.

Conseguenze di questo sono piantine distrutte e un odore poco gradevole che non svanisce neppure dopo un'accurata pulizia.
Sicuramente avrai provato diversi metodi più o meno casalinghi senza però ottenere alcun risultato, perdendo tutte le speranze e ti sei rassegnato a convivere con quel pessimo odore stagnante. Nelle prossime righe scoprirai che allontanare i gatti dalle piante amate piante in realtà è molto più semplice di quanto tu possa pensare.
In natura, infatti, esistono delle piante che emanano delle note aromatiche che i gatti non sopportano.

Vediamo subito quali sono:

 

Coleus

Il coleus Plectranthus caninus è una pianta facilmente reperibile ed è comunemente chiamata “pianta spaventa gatti”
Questa pianta emana un odore simile a quello prodotto dalle puzzole, soprattutto nei casi in cui è esposta direttamente alla luce solare, viene sfregata con le dita o quando le sue foglie vengono a contatto con il pelo degli animali.

Si tratta di un odore agrumato molto forte, non particolarmente fastidioso per l'olfatto umano, ma insopportabile per i gatti, i quali evitano istintivamente di avvicinarsi.
Il coleus può essere sistemato sia all'interno di piccoli vasi e posto in vari punti strategici all’interno del proprio giardino, o vista la sua forma cespugliosa può essere utilizzato come una sorta di siepe, per tracciare i confini del giardino e delineando una zona off-limits per i gatti.

La verbena odorosa

La verbena odorosa, il cui nome scientifico è Lippia citriodora Kunth, Aloysia citriodora Palau, è un’altra pianta molto bella da vedere, caratterizzata da fiori a spiga viola- blu.
Ance la verbena emana un profumo agrumato gradevole per noi; ma molto fastidioso per tutti i felini.

La verbena, oltre a dare un tocco di colore al giardino e a difenderci dai gatti, grazie alle sue proprietà rilassanti può essere utilizzata anche per preparare infusi e tisane, magari abbinata con la melissa,
Unica pecca della verbena è che, sebbene si tratti di una pianta perenne, è molto sensibile alle basse temperature, per questo si deve cercare di tenerla al riparo durante i mesi più freddi.

Piante aromatiche

Anche tantissime piante aromatiche, grazie al loro odore molto forte, risultano essere degli ottimi repellenti per i gatti.
In particolare ne citiamo due appartenenti alla famiglia delle rutaceae: la ruta graveolens e il dittamo

Ruta graveolens

La ruta comunemente utilizzata per aromatizzare la grappa, risulta essere anche un ottimo repellente per gatti.

I rametti e le foglie fresche di ruta possono essere cosparsi in vari punti per tenere lontani i gatti non solo dall'area in cui cresce ma da tutto il giardino. Ricorda di utilizzare i guanti durante questa operazione per evitare l’insorgere di irritazioni e vesciche

Dittamo

Un'altra pianta appartenente alla famiglia delle rutaceae odiata dei gatti è il dittamo. Si tratta di una pianta ornamentale caratterizzata da grandi foglie e grandi spighe fiori bianco rosati.
Le sue note aromatiche sono così intense da fungere da repellente sia per gatti che per cani.
Il dittamo ma può essere utilizzato a piccole dosi anche come pianta medicinale o aromatica ma è consigliabile evitare di tenerla in giardino se ci sono bambini in quanto può causare irritazioni.
Un'altra pianta che funziona come repellente per gatti nonostante, il suo odore è conosciuto soprattutto per tenere lontano zanzare e altri insetti è la citronella.
L’odore delle foglie di citronella ricorda quello del limone, che di solito è piacevole per noi, ma risulta sgradito agli insetti e ai gatti.
Inoltre, è possibile utilizzare tantissime altre piante officinali e aromatiche come repellenti, sistemando una serie di piantine in vari punti strategici del giardino. I gatti, non sopportano la menta, la salvia, la melissa, il finocchietto selvatico, il timo, la santoreggia, la lavanda, il rosmarino, l’ erba cipollina e l’aglio.
I gatti, poi, tendono stare lontani dalle rose (probabilmente le considerano pericolose a causa delle loro spine!), così come dai gerani, il cui odore acuto risulta fastidioso per il gatti.

Dittamo Erba gatta

Un ultimo trucchetto per evitare che i gatti distruggano il nostro giardino è quello di utilizzare la Nepeta Cataria, più comunemente conosciuta come erba gatta.In questo caso non stiamo parlando di un repellente, bensì di un’attrattiva per i gatti.
L’erba gatta, infatti, è un’erba che la maggior parte dei gatti adorano. I nostri amici a 4 zampe ne escono letteralmente pazzi: annusano le foglie, le masticano e ci si strusciano. Inoltre è atossica e favorisce la loro digestione.
La presenza di quest’erba in mezzo alle altre piante in giardino, farà sì che i gatti ne siano attratti ignorando le altre.

Product added to wishlist

Flob utilizza i cookie per offrire una migliore esperienza utente e ti consigliamo di accettarne l'utilizzo per goderti appieno la navigazione.