Piante da camera da letto: ambiente sano e notti più serene

Hai mai pensato che potresti migliorare la qualità del tuo sonno anche grazie alle piante da camera da letto? Si tratta di un metodo innovativo ed elegante che combina l’arredamento che queste piante conferiscono al tuo ambiente, rendendolo ricercato ed elegante, assieme alla funzionalità che apportano le proprietà delle piante indicate appositamente per essere posizionate nella tua stanza.

Piante da camera da letto

Le piante da camera da letto sono delle ottime alleate per unire l’utile al dilettevole. Infatti, con le piante da camera da letto potrai ottenere uno spazio arredato in maniera elegante e ricercata grazie a delle piante che non avranno solo una mera funzione decorativa. Questo tipo di piante, in effetti, aiuta a conciliare il sonno e a rendere l’atmosfera più rilassata, favorendo così il riposo e il rilassamento.

Il mondo delle piante è interessantissimo, e nasconde sempre sorprese e novità. Una di queste è sicuramente rappresentata dalle piante da camera da letto.

Utilizzate sia per purificare l’aria, che per arredare con stile il tuo spazio abitativo, le piante da camera da letto svolgono una funzione fondamentale anche nella produzione di ossigeno.

Per migliorare la qualità dell’aria che respiri nella tua stanza, le piante da camera da letto sono le più indicate e hanno moltissime particolarità, tra cui quella di purificare l’aria da sostanze tossiche e inquinamento. Questo tipo di piante depura l’ambiente che ti circonda da composti come la formaldeide, una sostanza molto utilizzata, ad esempio, nei tendaggi, nei tovaglioli di carta, tessuti e vestiti stampati, ma anche lacche.

Le piante da camera da letto inoltre purificano l’aria che respiri da ammoniaca, acetone, e alcoli.

Le piante che svolgono questa utilissima funzione sono molteplici, in realtà avrai solamente l’imbarazzo della scelta una volta che ti ritroverai a sceglierne una proprio per la tua camera da letto! Ti consigliamo le più gettonate tra le tante per purificare l’aria della tua stanza ed evitare fastidiose allergie.

Spatifillo: la pianta tropicale purificatrice

Prima tra tutte le piante da camera da letto troviamo lo Spatifillo. Sicuramente la conoscerai già per la sua reputazione più che nota. Infatti, lo Spatifillo è famoso per le sue proprietà purificatrici.

Lo Spatifillo è una pianta tropicale da appartamento che viene spesso utilizzata per la sua funzione ornamentale, in quanto i suoi fiori bianchi sono molto particolari e le sue foglie crescono direttamente da un rizoma sotterraneo. Le foglie dello Spatifillo sono di un colore verde intenso e presentano una certa resistenza, mantenendosi sane e rigogliose molto a lungo.

Lo Spatifillo non ha bisogno di grandi cure o gesti, ma dovrai semplicemente essere cauto a non lasciarlo esposto a temperature al di sotto dei 10 gradi, poiché essendo una pianta tropicale, è più a suo agio nei climi più caldi.

Sei pronto per trovare un posto nella tua stanza allo Spatifillo? Noi ti consigliamo di posizionarlo in una zona in cui possa essere lontano da fonti di calore o aria fredda. Quindi non metterlo sotto al condizionatore o sopra al termosifone, altrimenti soffrirà. Un altro accorgimento nel sistemare il tuo Spatifillo sarà quello di scegliere un luogo in cui non venga colpito direttamente dai raggi del sole. In effetti, lo Spatifillo ama la luce, ma non quella diretta.

Potus: scenografica e sempre elegante

Il Potus è una delle piante più famose che popolano gli appartamenti italiani. Il suo fogliame risulta ideale per un effetto scenografico ma sempre elegante. Infatti, se sceglierai un Potus come la tua prossima pianta da camera da letto, sappi che potrai anche appenderlo ed ottenere in questo modo, un effetto ornamentale che ti farà dire: “Wow!”. Noi te lo proponiamo nel vaso in fibra di cocco, che ne enfatizza lo stile green e crea una sensazione di scultura “fluttuante” nell’aria.

Il vaso in cocco riprende l’antico metodo giapponese di appendere i bonsai al soffitto anziché esibirli in vasi di ceramica.

Per posizionare al meglio il tuo futuro Potus nella tua camera da letto, abbiamo pensato di darti qualche consiglio pratico in merito.

Innanzitutto, considera che il Potus sopporta le temperature rigide fino ai 10 gradi, e riesce a vivere benissimo anche nei climi più caldi. L’importante è che il tuo Potus non venga esposto a correnti d’aria e alla luce diretta del sole. Ama ambienti luminosi e predilige annaffiature frequenti e abbondanti. Nebulizzando la pianta con dell’acqua per 3 o 4 volte alla settimana, eviterai che le sue foglie si scottino.

Il Potus è la pianta ideale per la camera da letto. Questo perché anch’esso ha delle proprietà purificatrici che consentono di depurare l’aria da agenti esterni e nocivi alla salute umana. Inoltre, un’aria sana è fondamentale per dormire meglio e per la serenità dell’organismo durante le ore notturne. Quindi, ti consigliamo vivamente di adottare un Potus e di posizionarlo proprio nella tua stanza.

Sanseveria: la succulenta fan della luce

La Sanseveria è una pianta succulenta che proviene dalle zone dell’Africa meridionale e occidentale, nonché dall’Asia. Questa pianta, perfetta per la tua camera da letto, è dotata di cespi costituiti da foglie lunghe e spesse di un colore verde scuro con delle venature di un verde più chiaro e smeraldo.

La Sanseveria ama i climi che si aggirano dai 18 gradi ai 27 gradi, ed è una vera fan della luce. Infatti, adora essere esposta in via indiretta alla luce del sole anche per periodi di tempo prolungati. Nel caso in cui però la tua stanza non godesse di molta luce diurna, non c’è problema, la Sanseveria si saprà adattarecomunque. Con poca luce, la Sanseveria crescerà semplicemente in maniera più lenta rispetto agli standard, quindi niente paura!

L’unico accorgimento a cui dovrai prestare attenzione sarà quello di non esporla a grandi correnti d’aria. Ti consigliamo quindi di posizionarla in una zona piuttosto riparata della tua stanza.

Anche la Sanseveria è una pianta da camera da letto. La Sanseveria contribuisce alla purificazione dell’aria, spesso viziata, che caratterizza gli ambienti chiusi e piccoli. È perfetta quindi per ridurre gli agenti inquinanti che sono presenti comunemente nell’aria delle nostre case, per esempio il benzene, la formaldeide e il tricloroetilene.

Nolina: il piede di elefante mangiafumo

Conosci già la Nolina? Si tratta di una particolarissima pianta a lenta crescita che presenta una specie di rigonfiamento che ricorda una “fiasca” nella parte inferiore del suo fusto e che le serve per immagazzinare l’acqua.

La Nolina è anche conosciuta come “pianta mangiafumo”, in quanto può assorbire i veleni contenuti in circa 3 o 4 sigarette in un giorno. Ma qualcuno la soprannomina anche “Piede d’Elefante” a causa della sua base piuttosto voluminosa e grossa.

La Nolina ha delle foglie lunghe che possono raggiungere anche i due metri di lunghezza e sono particolarmente sottili. Inoltre, assumono una posizione curva verso il basso e presentano un colore verde molto intenso. La sua fioritura è piuttosto rara, solitamente avviene solo su piante che hanno una certa età.

La Nolina è una pianta che viene chiamata “dioica”. Il che significa che vi sono piante che possiedono organi maschili e piante che possiedono organi femminili in maniera distinta. Quindi troverai Noline femmine e Noline maschi.

Grazie alla sua funzione di purificazione dell’aria, la Nolina riesce ad assorbire i gas e le sostanze nocive che sono presenti negli ambienti in cui abitiamo o lavoriamo. La Nolina è quindi una perfetta pianta da camera da letto, in quanto con le sue proprietà depurative riesce a rendere gli spazi più sani e puliti.

Product added to wishlist