Come curare le piante d'estate: tutti i segreti per avere piante sane

Siamo pronti per chiarire qualsiasi dubbio tu possa avere in merito a come affrontare la stagione calda e preservare al meglio le tue piante durante i mesi estivi che potrebbero metterle a dura prova. Ecco una semplice guida concreta passo dopo passo per rendere il tuo pollice ancora più verde. Anche quando ci sono 30° all’ombra!

Cura delle piante in estate: perché è importante

I mesi estivi che vanno da giugno ad agosto sono i più sfidanti per le tue piante. Le temperature si alzano notevolmente fino a raggiungere numeri che pensavi avresti visto solo in un film fantascientifico. Invece si tratta proprio della realtà.

A causa delle temperature elevate, le tue piante hanno bisogno di ulteriori attenzioni e maggiori cure rispetto al solito. Ma niente paura! Con i giusti accorgimenti e delle buone abitudini, tutto è possibile e il tuo pollice verde darà vita a piantine rigogliose e sane che vivranno in completa armonia con il tuo contesto abitativo.

I nostri consigli per piante sane anche d’estate

Innanzitutto, per non rischiare di danneggiare le tue piante o addirittura per evitare di perderle definitivamente, ti consigliamo di adottare delle buone abitudini che garantiranno una migliore cura rispetto ai bisogni delle tue fantastiche e rigogliose creature verdi.

Alcuni di questi consigli ti sembreranno scontati, ma vedrai che potranno fare veramente la differenza e aiutarti a far crescere in modo florido tutte le tue piante, dalla prima all’ultima.

Ecco che cosa ti suggeriamo di fare durante i mesi più caldi dell’anno per i tuoi amici vegetali:

1. Annaffia quando non c’è sole

Annaffiare la sera o la mattina presto quando ancora il sole non splende, soprattutto usando acqua che sia a temperatura ambiente, aiuta le tue piante a reidratarsi lentamente grazie all’arrivo delle ore meno calde. Se bagnassi le piante durante il giorno i raggi del sole farebbero evaporare l’acqua e non le darebbero il tempo necessario per penetrare nel terreno e quindi per idratarle. Una regola che andrebbe sempre seguita, quindi, è quella di annaffiare durante le ore serali o mattutine e mai con acqua fredda, bensì utilizzando acqua a temperatura ambiente.

2. Annaffia con moderazione
Nonostante le tue piante possano risultarti bisognose di grandi quantità d’acqua a causa della siccità e delle elevate temperature, ti raccomandiamo di non prenderci troppo la mano e annegarle. Infatti, è un’idea comune che per sopperire al caldo si debba abbondare con l’acqua, però ricorda che non è corretto esagerare.
Pensa che sono di più le piante che muoiono a causa di eccesso di irrigazione che per disidratazione. Quindi fai attenzione e tieni a mente un segreto che ti sveliamo proprio in esclusiva. Per capire quanta acqua distribuire ai tuoi vegetali, dovrai semplicemente basarti sulla dimensione del loro vaso. Vale a dire che più piccolo sarà il vaso che ospita la tua pianta, e più frequentemente dovrai irrigarla.

3. No all’esposizione diretta alla luce del sole
Tieni conto che le piante d’estate non amano essere esposte direttamente ai raggi solari, i quali danneggiano il loro fogliame verdeggiante e rischiano di provocare delle scottature. Per farle crescere in maniera sana e rigogliosa, quindi, è utile posizionarle in zone dove la luce del sole arrivi in via indiretta, specialmente in estate. Inoltre, fai attenzione a non esporle a correnti d’aria che le turberebbero non poco.

4. Umidità contro siccità
Per aumentare l’umidità ambientale e garantire una maggiore autonomia alle piante che si seccano velocemente, ti servirà nebulizzare dell’acqua nelle loro vicinanze.
Oppure, potrai posizionare un umidificatore accanto a quelle che risultano più a rischio di seccarsi. Ma abbiamo anche una terza indicazione per aumentare l’umidità in modo tale da sconfiggere le minacce della siccità per le tue piantine. Si tratta di utilizzare una vaschetta con dell’acqua oppure un sottovaso con dell’argilla per conservare un livello equilibrato di umidità che garantisca il giusto clima per la crescita e lo sviluppo delle piante.

5. Attenzione all’aria condizionata
Attento all’aria condizionata! Nonostante possa essere una benedizione per te durante le ore più calde della giornata, la tua pianta potrebbe non gradire e soprattutto non trarre gli stessi benefici che invece trai tu dal condizionamento. In effetti, può essere molto pericolosa per la salute dei tuoi vegetali, anche perché favorisce la creazione di sbalzi di temperatura che sono temutissimi e nocivi.
Quando sei costretto ad avviare il condizionatore, ricorda però di mettere al sicuro le piante a rischio e non lasciarle esposte direttamente all’aria fredda che esce dall’apparecchio. Occorre fare attenzione anche quando imposti il tuo condizionatore nella modalità deumidificatore, poiché la temperatura dell’aria si abbassa comunque e in più viene sottratta umidità alla stanza, che invece è preziosa per la pianta in quanto deve combattere la siccità.

Insomma, si tratta solamente di fare un po’ d’attenzione per rispettare le esigenze delle tue piante. Niente di troppo difficile, è solo questione di abitudine!

Product added to wishlist